ABC DEL CAMPER

Consigli per i primi viaggi – guida all’acquisto camper e leggi sicurezza stradale

EQUIPAGGIAMENTO DI BORDO:

CUCINA
Pentola per la pasta, pentolino per il sugo e per il latte, padella – Scolapasta, manici, coperchi in batteria – Sotto pentola termico – Presine, asciugapiatti – Posate, mestolo e ramina – Tazze – Caffettiera – Piatti e bicchieri usa e getta – Apribottiglie-apriscatole-cavatappi (unico pezzo) – Tovaglioli di carta e carta-casa – Pellicole e sacchetti per conservare cibi – Sacchetti per immondizie con laccetto – Barattoli e contenitori con sale grosso e fine, pepe, olio, aceto –
Aceto, zucchero, caffè, the e cacao – Fiammiferi – Spugna e pagliette – Detersivo per piatti – Bottiglie o cartoni di acqua potabile – Viveri a lunga conservazione (quelli freschi si acquistano solitamente sul luogo) – Tovaglie – Forbici – Piccola grattugia – Piccolo tagliere,Coltello lungo.

ATTREZZATURA TECNICA E DA CAMPEGGIO
Liquido per W.C – Carta igienica biodegradabile – Cordini per stendere-mollette e sapone da bucato – Thermos – Sacchi a pelo e cuscini per tutti i componenti dell’equipaggio – Torcia elettrica e pile di ricambio (anche“stilo” per il piezo della stufa) – Insetticidi (vape, zampironi o autan) – Cunei per ruote e bolla per livellare il mezzo – Tavolino da campeggio e sedie pieghevoli – Cavo elettrico di raccordo (minimo 25 metri) per campeggio con spina e presa tripolare CEE – Serie di 4/5 raccordi “fine cavo” da tripolare CEE a colonnina elettricità con terminali diversi – Tubo rifornimento acqua con riduttore per vari diametri di “fontane”.

ATTREZZI DI PRIMA NECESSITÀ
Cacciaviti, martello, pinze, forbici, cutter, ecc. – Fusibili, lampadine o neon di ricambio (per fari e luci di posizione o interno camper) – Nastro isolante, fascette stringi tubo, spray lubrificante (C.R.C.) ecc. – 2 bombole di gas  (propano per l’inverno, con temperature molto rigide il consumo può essere anche di 3/4 Kg. al giorno) – Dispositivo che provvede allo scambio della bombola in caso di esaurimento del gas (tipo dualmatic)
Riduttore di pressione da 30 M.BAR fisso con guarnizioni di ricambio (da sostituire ad ogni cambio bombola) e una chiave per cambiare la bombola (n. 25 aperta) – Scopettina per pavimento e paletta – Straccio da pavimento – Detergente multiuso per pulizia all’ interno – Spugne – Estintore.

NECESSARIO PER IGIENE PERSONALE
Spazzolino da denti  – Dentifricio – Crema idratante – Deodoranti – Necessario per barba  Necessario per il trucco – Saponetta o sapone liquido – Bagno schiuma per doccia
Shampoo – Creme solari e da dopo sole – Biancheria da toilette (accappatoi, asciugamani grandi e piccoli) – Fazzoletti di carta – Asciugacapelli a 12 Volt – Spazzola, Pettine, Ciabatte per doccia.

ABBIGLIAMENTO
È piuttosto difficile suggerire una lista tipo, perchè molto dipende, dai gusti personali, dai climi e soprattutto dal tipo di vacanza che si intende fare, in quali regioni, in quale periodo dell’anno, per quale durata.
Si suggerisce comunque di compilare con calma una lista individuale per ogni componente dell’equipaggio, lista che va dalla biancheria intima all’impermeabile.
È preferibile comunque indossare indumenti pratici come tute da ginnastica e jeans comodi. È consigliabile avere sempre una giacca a vento e un ricambio adeguato di indumenti.
Utili e molto pratiche, per non dire indispensabili in caso di pioggia, avere delle mantelle in materiale plastico impermeabile, dotate di pratico cappuccio.
Sostitiscono egregiamente il migliore degli ombrelli.

VARIE
Documenti del camper:   Libretto di circolazione, assicurazione, carta verde (controllarne le scadenze). Per alcuni paesi, vedasi Spagna, occorre una particolare forma assicurativa.
Documenti personali ( carta identità o passaporto, patente di guida), carte di credito, ecc. (controllarne le scadenze)
Carte stradali e guide il più possibile aggiornate.
Notes, Biro e calcolatrice.
Apparato ricetrasmittente di debole potenza (CB) e relativa Concessione con ricevuta pagamento canone annuale. (anche in fotocopia)
Apparato telefonico cellulare con contratto Telecom, Omnitel o altro (anche in fotocopia)
Televisore : Per gli apparecchi televisivi montati su camper è previsto un particolare tipo di abbonamento. Si suggerisce una opportuna informazione presso gli organi preposti.
Autoradio con lettore di cassette o CD.

————————————————————————————
PER L’ACQUISTO DI UN CAMPER

Principali cose che è bene chiarire prima dell’acquisto.
La scelta di un camper che poi corrisponda pienamente alle esigenze del proprio nucleo famigliare non è una cosa facile e veloce, in particolare per il primo camper, ogni concessionario che visitiamo ci parla degli aspetti positivi dei loro mezzi ed ogni giorno riceviamo suggerimenti da amici camperisti, le nozioni che man mano si acquisiscono sono sempre più discordanti fra loro perché ogni produttore ed ogni camperista hanno una diversa interpretazione delle vacanze in camper, c’e’ veramente da impazzire!!!
Nel mio intento di “cercare di fare qualcosa di utile per i camperisti” ho cercato di riepilogare in queste pagine le principali cose che è bene di chiarirsi prima di acquistare un camper, e per ognuna ho messo giù delle informazioni basate sulla mia esperienza pratica di qualche anno di uscite quasi settimanali col camper, dibattute con tanti amici camperisti che incontro nelle varie aree camper.

CHE COSA E’ UN CAMPER ED A COSA SERVE
Il camper è un veicolo ricreazionale molto versatile per fare del turismo “itinerante”.
Ad ogni viaggio una meta diversa, anche ogni giorno in un posto diverso, e con possibilità di adattare in ogni momento il programma di viaggio in funzione delle cose amene che man mano si incontrano, non è adatto per fare del turismo “stanziale” cioè non è adatto per chi va sempre nello stesso posto, stesso campeggio, e ci sta per tutto il tempo delle vacanze, in questo caso è preferibile una caravan, quando si parte in auto per le vacanze, la vacanza inizia da quando si arriva nel luogo prescelto, col camper si è già in vacanza appena si monta sul camper, il viaggio fà parte della vacanza stessa.

QUALE STRUTTURA
Li chiamiamo tutti camper, ma è bene sapere che esistono diverse strutture:
Camper: sono dei furgoni con pareti in lamiera, poco coibentati, rimasti in produzione solo pochi tipi di ridotte dimensioni, anche sotto ai 2,5 metri di altezza e meno di 5 metri di lunghezza, esempio i Westfalia della Volkswagen.
Autocaravan: meglio conosciuti come “mansardati”, sono i più capienti, si distinguono per la grossa mansarda abitabile sopra alla cabina di guida, sono i più diffusi in Italia, hanno il miglior rapporto prezzo prestazioni, ed è la gamma di mezzi più vasta suddivisa in diverse fasce di prezzo e di caratteristiche, tutti validi.
Semintegrali: sono i più filanti, questo è dovuto al minor attrito con l’aria in quanto la mansarda è piccola e ben carenata, ma non abitabile, solo armadietti, diversi modelli hanno il telaio ribassato di 30-40 cm e la minor altezza totale li rende ancor più filanti, sono i più diffusi in Francia, costano più dei mansardati e lo spazio interno è più ridotto, sono i più adatti per chi va in giro in solo due persone, molti hanno un letto matrimoniale fisso in coda, quasi tutti con rivestimento esterno in vetroresina.
Motorhome: sono i più eleganti, i più panoramici ed i più costosi, sono i più diffusi in Germania, la cabina guida è tutt’uno con il corpo della cellula, ed è larga quanto la cellula, i sedili anteriori sono girevoli e la zona di guida è usata anche come “living”.
Di solito hanno un letto matrimoniale appeso al soffitto che di notte si tira giù, con minor difficoltà di salirci sopra rispetto ai letti delle mansarde, ma con l’occupazione dello spazio sottostante, hanno ampie vetrature che aumentano la visibilità ma che peggiorano la coibentazione totale, nei camper i vetri sono il punto debole in fatto di coibentazione.

QUALE RIVESTIMENTO ESTERNO: ALLUMINIO? OPPURE VETRORESINA?
Pari sono, ognuno ha pregi e limitazioni, un tempo tutti i produttori usavano dei pannelli multistrato con un foglio di Alluminio sull’esterno, ma i bolli dovuti a grandine oppure urti non si riescono a “tirare sù” ed occorre sostituire i pannelli oppure ricoprirli con altro foglio di Alluminio, che sono sistemi laboriosi e costosi, e se non si fà della prevenzione con lavaggi mensili e cerature, lo smog e le piogge acide attaccano la vernice esterna che è più vulnerabile di quella delle auto, e così nasce poi il “cancro dell’Alluminio”.
Per ovviare a questi problemi circa 10 anni fà hanno iniziato ad usare la vetroresina come rivestimento esterno, se si fanno dei bolli il carrozziere stucca e vernicia, cioè si ripara a costi decisamente inferiori, ma dopo qualche anno si è visto che lo smog e le piogge acide riescono a creare delle bollicine che poi scoppiano, quindi anche per la vetroresina occorre fare della prevenzione con lavaggi e cerature mensili.
Ora i produttori sono ritornati quasi tutti all’Alluminio per i mansardati ed i motorhome, la vetroresina è dedicata ai semintegrali per le particolari forme delle loro carenature.

QUALE MECCANICA? QUALE TRAZIONE?
Molte sono le meccaniche usate dai produttori, quelle più usate e più vendute sono:
Ford-Transit con trazione posteriore e Fiat-Ducato con trazione anteriore.
Ognuno ha pregi e limitazioni, la scelta dipende dall’uso che si vuole fare del camper.
Vantaggi del Ducato rispetto al Transit:
· Motore più brioso quindi meno difficoltà nei sorpassi.
· Meno spreco di potenza per portare la trazione alle ruote.
· Meno rollio laterale in caso di vento, all’uscita gallerie, o quando ti sorpassano i grossi camion, questo dovuto ad un assetto di sospensioni più rigido nel Fiat Ducato.
· Nei mansardati il pavimento della cellula è quasi allo stesso livello del pavimento della cabina guida, chi è seduto in dinette può vedere la strada davanti attraverso il parabrezza, cosa parzialmente impedita nei Ford Transit perché si è seduti 30-40 cm più in alto, inoltre coi due pianali quasi allo stesso livello è meno difficile spostarsi dalla cellula alla cabina di guida, e viceversa.
· Da preferire per chi fà molta autostrada, e va poco in montagna d’inverno.
Vantaggi del Transit rispetto al Ducato
· Con la trazione posteriore si ha una miglior aderenza delle ruote di trazione alla strada in quanto sopra a quell’assale vi è posizionato il maggior peso del mezzo.
· Raggio di sterzata inferiore, molto utile nei tornanti in montagna.
· Da preferire per chi va molto in montagna d’inverno dove è facile avere dei problemi di aderenza in caso di pioggia, neve, gelo, e d’estate si possono avere problemi causati da pendii con erba bagnata.
· Da preferire per chi monta un portamoto posteriore e carica molto il “garage”
· Da preferire per chi prevede di mettere un gancio di traino posteriore.
· Possibile avere le ruote posteriori gemellate, che aumentano l’aderenza del mezzo alla strada, ma fregano potenza al mezzo, e con più tara del mezzo si riduce il carico utile.

QUALE MOTORE
Se il budget che abbiamo lo permette sono da preferire le cilindrate maggiori ed i motori più nuovi con maggiore potenza e maggior rendimento, il turbo è molto utile.
I motori dei Camper hanno circa 35 quintali da portare avanti, inoltre devono spendere molta potenza per avanzare a causa del loro basso coefficiente di penetrazione dovuto al profilo aerodinamico molto infelice, anche coi nuovi motori da 2800 cc superturbo da 150 cavalli si hanno limitazioni nei sorpassi ed in montagna, i mansardati sono quelli più penalizzati nelle prestazioni e nei consumi.
Motore da 2000 cc: per il Ducato è concepibile, per il Transit no, perché è penalizzato dalla potenza che perde per portare la trazione alle ruote posteriori, ed appena vede una salitella rallenta ed occorre scalare, si viaggia lo stesso ma si perde tanto di quel tempo.
Sappiate che ogni motore ha delle magagne, nessuno è perfetto, esempio: l’ingranaggio della quinta marcia si “spappola” in tanti motori , sia per i Ford che per i Fiat !!!
Diversi Ford hanno problemi di inserimento della prima marcia per ripartire al semaforo quando fà freddo, ed occorre ingranare una marcia lunga e poi scalare in prima.

QUALI CONSUMI
Qualche camperista “spara” anche 16 Km con 1 litro di gasolio, a puro titolo indicativo i mansardati sono sui 7-8 Km con 1 litro, i motorhome sui 8-9, ed i semintegrali sui 9-10.

PORTATA MASSIMA DEI CAMPER E NUMERO DEI POSTI
Quasi tutti hanno la portata di 35 quintali, qualcuno ha solo 32 quintali, chi monta un gancio di traino posteriore lo deve far annotare sul libretto ed ha un abbuono di 80 Kg.
La norma usata dai produttori di camper associati alla ANFIA prevede per ogni persona un peso medio di soli 68 Kg + 7 Kg di “bagaglio” così i produttori riescono a fornire dei mezzi con 30 quintali di tara, 6 posti ufficiali, di rientrare nei 35 quintali massimi ed avanzare ancora 50 Kg per gli accessori, secondo la norma 7 Kg di bagaglio a persona bastano per tutto il pentolame e tutto cosa serve per la cucina ed il bagno, le varie cose per l’igiene e cura delle persona, alimenti freschi ed a lunga conservazione, beveraggi, scarpe, vestiario vario, giacche a vento, sdraio, tavolini, sacchi a pelo, eccetera.
Andateci piano a montare accessori sul camper ed andateci piano a stivare cose in camper, ed ogni tanto passate da una pesa pubblica per un controllo del peso totale.

QUALI ELETTRODOMESTICI
Stufa e boiler: su buona parte dei camper sono montati due apparecchi Truma che funzionano col gas delle bombole, per portare il calore in tutta la lunghezza della cellula del camper ed in bagno è bene di avere l’apposito impianto canalizzato con relativa ventola motorizzata, le folate di vento possono spegnere la fiamma della stufa percui è bene di avere il riaccenditore automatico, il boiler sembra una pentola a pressione con una fiammella sotto, la capacità è di circa 20 litri che basta per una doccia.
Su qualche camper è montato un nuovo apparecchio Truma (stufa + boiler integrati), alcuni camperisti ne sono entusiasti perché hanno contemporaneamente calore ed acqua calda, mentre altri si lamentano per la ventola che deve rimanere sempre accesa con conseguente maggior consumo di energia dalla batteria 12 Vcc di servizio.
Frigo: di solito sono Electrolux, se possibile scartare quelli da 80 litri perché poco profondi e non ci stanno dentro i piatti, il 110 litri è ok, i più pratici sono i “trivalenti”: nelle aree per camper ed in sosta libera funzionano col gas delle bombole, in campeggio col 220 Vac, ed in viaggio col 12 Vcc di batteria, appena si spegne il motore un relè stacca il frigo dalla batteria perché la scaricherebbe in breve tempo.
Alcuni camper hanno dei megafrigo con megafreezer per portare dietro grandi quantità di cibi freschi o surgelati, meglio il 110 litri ed ogni due giorni fare rifornimento degli alimenti freschi, col camper occorre cambiare tipo di vita, sistema alimentare, tipo di alimenti e sistema di cucinare, il camper serve per “staccare la spina” dal menage famigliare e dal lavoro e potersi così rilassare, mentre se si ricrea nel camper la stessa situazione di casa si perdono diversi vantaggi e benefici del camper.

QUALE ARREDAMENTO INTERNO, E QUALE SUA DISPOSIZIONE
Dipende unicamente dai componenti dell’equipaggio che viaggeranno in camper, per le famiglie con 1-2 figli sono preferite le versioni con due letti a castello, così ognuno ha un “suo posto inviolabile” da personalizzare appendendo o appiccicando cose personali.
Le coppie giovani e pimpanti di solito dormono in mansarda, e lasciano il tavolo della dinette sempre a tavolo, così qualcuno può rimanere al tavolo mentre altri sono a letto, per i meno giovani non sempre è facile salire e scendere dalla mansarda 2-3 volte a notte per andare in bagno e può essere saggio di optare per un mezzo con una seconda dinette in coda da lasciare sempre a letto e la dinette centrale sempre a tavolo.
Quando il camper viaggia al fondo della cellula ci sono rollii, scodamenti e sobbalzi vari, se si hanno i due letti a castello di traverso in coda è impossibile che qualcuno ci possa dormire nei lunghi viaggi notturni di trasferimento, a parte il rischio di tamponamenti di grossi Tir, meglio se i due letti a castello sono sul laterale, con il lato testa quasi sopra all’assale posteriore, così i problemi sono minori.
Attenzione!!! un camper è una abitazione con spazi ristretti, è come un abito molto attillato che deve calzare a pennello sull’entità famigliare che ci vivrà dentro, altrimenti le vacanze saranno degli incubi tremendi!!!
Quindi occorre “provare ad indossare” i camper papabili, visitate il maggior numero di concessionari, provate a salire sul maggior numero possibile di camper, sedetevi, trasformateli in versione notte, provate a coricarvi, anche in mansarda, e solo così potete capire quale camper si adatta meglio alla vostra entità famigliare, tanti nel primo viaggio si accorgono che il camper suggerito dall’amico non si adatta alle esigenze della sua famiglia, e qualcuno deve vendere il camper subito dopo il primo viaggio perché in mansarda soffrono di claustrofobia, oppure i loro figli non ci stanno nei letti a castello.
Se di fronte alla dinette c’e’ un divano si riescono a fare tavolate da 6 persone, mentre se di fronte alla dinette c’e’ la cucina si prendono e si posano le casseruole senza alzarsi.
I sacchi a pelo con piumone all’esterno e lenzuolo all’interno sono la soluzione migliore per i letti, sia per i letti singoli che per quelli matrimoniali.

SERVE IL SERBATOIO SUPPLEMENTARE DI ACQUA CHIARA?
Solo a chi fà viaggi in luoghi con scarsità di acqua, di solito i camper hanno in dotazione un serbatoio per acqua chiara da 100 litri circa, il serbatoio delle acque grigie è di soli 80 litri circa, 20 litri sono previsti per la cassetta Wc, quindi a cosa serve portarsi dietro in totale 200 litri di acqua chiara se poi tra serbatoio delle grigie e cassetta Wc si ha la possibilità di incamerarne solo 100 litri circa che poi si è costretti a recarsi in un camper service a scaricare, e mentre si scaricano le acque grigie e nere si fà il carico di acqua chiara , così non si portano a spasso ulteriori 100 litri di acqua, che pesano!!! al primo viaggio 100 litri durano mezza giornata, ma poi 4 persone riescono farli durare 2-3 giorni.

DOCCIA, CONVIENE AVERE UN VANO SEPARATO?
La cubatura del bagno varia da mezzo a mezzo, come pure la posizione degli accessori.
Su qualche mezzo c’e’ un vano separato per la sola doccia, questo per avere il bagno libero quando qualcuno usa la doccia, a tanti non piace perché con questa soluzione gli spazi dei due locali sono più esigui, e di solito non è possibile di avere finestre ed oblò in entrambi i locali.
Nel pavimento del bagno e’ integrato un piatto doccia, per non bagnare le pareti e gli accessori quando si fà la doccia c’e’ una tendina scorrevole fissata al soffitto.
Per non rovinare con le scarpe il piatto doccia si copre con un tappeto o con moquette tagliata di misura, ma non fissata, per rimuoverla quando si fà la doccia.

ASCIUGARE I CAPELLI
Questo è un problema, i fon per camper con alimentazione 12 Vcc hanno solo circa 150 Watt di potenza, cioè un decimo di quelli di casa, e non asciugano, qualcuno connette un tubo di plastica ad una bocchetta dell’impianto di riscaldamento, d’inverno può andare bene, ma accendere la stufa d’estate non è fattibile, una buona soluzione è di optare per capelli corti, si lavano tutti i giorni, una frizione con asciugamani, poi una pettinata e via.

PER LE ACQUE NERE, MEGLIO LA CASSETTA? OPPURE IL WC NAUTICO?
Per raccogliere gli scarichi del water un tempo i camper avevano un serbatoio chiamato “Wc nautico”, poi nacquero le cassette estraibili di circa 20 litri con autonomia media di circa 2 giorni, sono più comode in quanto se non si trova subito un camper service si possono vuotare nei bagni degli autogrill, negli anni 98-99 tutti i camper in produzione avevano la cassetta ma ora qualche mezzo ha di nuovo il Wc nautico che avendo una capacità maggiore ha una autonomia di circa 4 giorni, molto utile per chi ha bambini oppure ospiti sempre sul Wc.

QUALE TIPO DI GAS E QUALE CONTENITORE PER IL GAS
Di solito nei camper c’e’ un alloggiamento per due bombole come quelle delle cucine a gas di casa, i produttori dei camper generalmente non forniscono le bombole, occorre andarle a comprare e portarle al concessionario che le monta prima di fare la consegna, la prima volta oltre al gas si paga anche un deposito cauzionale (conservare la ricevuta), quando le bombole sono vuote si va da un fornitore di bombole e si fà il cambio, la vuota per la piena e si pagano i Kg di gas contenuti nella piena.
Molti comprano quelle di normale gas da cucina di casa, sono le più diffuse e costano di meno, in tanti preferiamo quelle di gas Propano perché è più difficile che geli d’inverno.
Per esperienza le bombole finiscono sempre quando fuori piove o nevica ed è notte e tira vento, questo non per sfiga ma le bombole finiscono sempre quando c’e’ un loro uso intensivo, e non è simpatico in quel momento di scendere a svitare il tubo dalla bombola vuota ed avvitarlo su quella piena, e ricordate che il filetto è sinistro!!!
Esistono dei sistemi automatici che commutano dalla bombola vuota alla piena, ma tanti camperisti non si accorgono del cambio avvenuto e si ritrovano poi al freddo con tutte e due le bombole vuote, una buona soluzione è di montare un sistema manuale con tutte e due le bombole collegate ad un rubinetto a due posizioni, quando una è vuota basta scendere e girare la levetta del rubinetto, poi con calma si sostituirà la bombola vuota.
Qualche camperista preferisce montare il “bombolone” che è un serbatoio fisso che si riempie di gas GPL presso le numerose aree di servizio dislocate nella rete stradale.
A tanti camperisti non piacciono i bomboloni perché il GPL è più facile che geli d’inverno ed anche perché non sempre è facile trovare un’area servizio con gas GPL, inoltre si deve fare una revisione periodica del bombolone.
Ricordo che è bene di viaggiare con bombole e bomboloni chiusi, in caso di incidenti potrebbero esserci fughe di gas con relativi incendi e scoppi.

ANTENNA TV
Per vedere in viaggio la Tv si monta sul tetto una antenna a “padella” che rende meno della direzionale col piantone che dall’interno si tira sù e si orienta, ma questa è usabile solo col mezzo fermo ed occorre farla scendere prima di ripartire altrimenti si fà un rovinoso crash al primo ponte basso o albero che incontreremo, qualche camperista monta le parabole per i canali satellitari, ma sono costose, ingombranti, e pesanti.
Chi ha bimbi si dota di un “combi” (Tv con VCR incorporato) e tante videocassette.

ADDITIVI PER I VARI SERBATOI DEI CAMPER
Serbatoio acqua chiara: prima di ogni carico è bene immetterci del disinfettante, ad esempio Amuchina (per le dosi vedere l’etichetta), per l’acqua della pasta tanti camperisti si portano da casa una tanica di acqua potabile, oppure usano l’acqua minerale.
Serbatoio acque grigie: vi confluiscono gli scarichi del lavello cucina, della doccia e del lavandino del bagno, esistono appositi liquidi da immettere nel serbatoio dal lavello dopo ogni scarico, leggete bene le etichette e comprate solo i prodotti che hanno un effetto “freshener”, cioè oltre a prevenire l’emissione di odori sgradevoli riducono la formazione sulle pareti interne del serbatoio di depositi calcarei e strati conduttivi formati da grassi e saponi che mettono fuori uso il sensore del livello delle acque grigie.
Per la doccia occorre usare prodotti che non fanno schiuma, come pure per i piatti ed il pentolame, la schiuma uscirebbe dai fori di sfiato del serbatoio con inquinamento dell’ambiente sottostante il camper e relative sonore multe, come detersivo per i piatti tanti usano il solito detersivo di casa addizionato al 50% con aceto bianco che sgrassa e previene la formazione del calcare e degli strati conduttivi formati da grassi e saponi.
Cassetta Wc: esistono degli appositi liquidi da immettere dentro alla cassetta dopo ogni scarico, disgregano tutto quanto vi confluirà dentro e prevengono l’emissione di odori sgradevoli, in tanti preferiamo i “sacchettini” perché è più facile buttarli nel buco del Wc, coi liquidi ci vuole buona mira altrimenti si macchia il Wc e bisogna pulirlo subito.
Wc nautico: anche per questa soluzione esistono degli appositi liquidi per disgregare tutto quanto vi confluirà dentro oltre a prevenire l’emissione di odori sgradevoli.
Gli scarichi di qualsiasi liquido nell’ambiente sono vietati e ci sono sonore multe, il tonno e la pasta non scolateli fuori dal camper, godetevi il camper ma rispettate l’ambiente!!!

RUBINETTI DEI CAMPER SERVICE CON DIVERSE TIPOLOGIE DI ATTACCHI
Per fare il carico di acqua occorre una gomma di 10 metri di lunghezza, su una estremità montare un attacco rapido dove innestare i raccordi per i rubinetti, per quelli a vite dotarsi di 3 raccordi di passo diverso, per quelli con un tubo liscio in uscita occorre quell’attacco in gomma con una fascetta stringitubo azionata da un pomello laterale, e con inserti in gomma da mettere per adattarsi ai differenti diametri dei tubi in uscita dai rubinetti.

PANNELLO SOLARE
Di solito i camper hanno una batteria di servizio di 80-100 Amper/ora, se si fà un turismo itinerante e quasi ogni giorno ci si sposta si ricarica anche la batteria, chi sta fermo una settimana nello stesso posto ha bisogno di trovare un sistema per ricaricare la batteria, ed una buona soluzione è il pannello solare, ma sappiate che sono costosi e fragili, basta il ramo di un albero per romperli, ed è un peso aggiuntivo.
Inoltre occorre parcheggiare al sole, se si parcheggia all’ombra non servono, nella canicola del 2003 tutti cercavano l’ombra ed i pannelli solari erano sprecati.

INVERTER
Trasforma la tensione della batteria di servizio da 12 Vcc nella tensione 220 Vac che serve per il Tv, Pc, eccetera, ma ricordate che avete solo una batteria da 80-100 Amper ora, quindi non potete montare un inverter da 1.500 Watt per i fon di casa.
Attenzione!!! nel montare un inverter occorrono delle precauzioni altrimenti si corre il rischio di scassare subito l’inverter e cosa ci abbiamo collegato, inoltre possiamo inquinare l’etere e beccarci sonore multe, ed anche di provocare l’incendio del camper!!!
Vedere l’articoletto sull’inverter nelle “schede tecniche” del sito: www.camperistitreviso.it
Per i caricabatterie dei telefonini e Pc portatili è meglio usare le versioni per il 12 Vcc.

PRESA ACCENDISIGARI DEL CAMPER
Non è adatta per connetterci inverter, detta presa e suo cablaggio sono dimensionati per una potenza totale di 180 Watt circa, richiedendo una potenza maggiore parte il fusibile da 15 Amper messo a protezione, non cambiate il valore del fusibile, se fate scorrere nel cablaggio e nella presa accendisigari una corrente maggiore di 15 Amper provocate un surriscaldamento della presa e del cablaggio che potrebbe incendiare il camper!!!
Ricordate che fumare nello spazio ristretto del camper è molto nocivo per la salute del fumatore e di tutto l’equipaggio che sarebbe costretto a respirare del fumo passivo!!!
Inoltre tutto l’interno del camper si impregna di un brutto odore molto difficile di togliere
Suggerisco di ribattezzare questa presa, da “accendisigari” a “carica telefonini” quello è un carico che può sopportare, comunque è bene di non usare questa fonte di energia quando siete in sosta e con motore spento, andate a scaricare la batteria del motore e potreste trovarvela scarica quando verrà il momento di avviare il motore per ripartire.

ASSICURAZIONI
I camper sono molto vulnerabili ed è bene di avere un buon ombrello di coperture, oltre alle solite RCA ed incendio e furto è bene avere qualche copertura in più, ad esempio:
· Eventi naturali: per i danni causati da grandine, rami rotti dal vento, inondazioni.
· Atti vandalici: per i danni causati da furbi che rigano le pareti o verniciano con spray.
· Assistenza: i camper sono sui 35 quintali e con gli esigui mezzi forniti dai fabbricanti delle meccaniche è quasi impossibile di cambiare noi le gomme quando si bucano.
· RC Terzi: copre i danni fatti a terzi da componenti dell’equipaggio del camper, esempio i danni che si fanno con pallonate o sbadataggini varie, o danni fatti dagli animali domestici, la RCA copre solo i danni che provoca il mezzo in movimento.
· Kasko: per i danni che causiamo noi stessi al camper, specialmente nelle manovre.
Rivalse: occhio che diverse assicurazioni le prevedono, le principali sono:
· Sovraccarico: se dopo un incidente pesano il camper è facile essere in sovraccarico, l’assicurazione paga il danno e poi si rivale su di te che la devi rimborsare.
· Guida in stato di ebbrezza: se dopo un incidente i vigili ti fanno il palloncino basta aver bevuto un goccino prima della partenza che sei considerato “ubriaco”, l’assicurazione paga il danno e poi si rivale su di te che la devi rimborsare.
· Guida di persona non autorizzata: se un ladro provoca danni con un mezzo rubato l’assicurazione paga e poi si rivale su di te che la devi rimborsare.
· Guida con patente scaduta: idem come sopra.
Per ottimizzare le coperture ed i costi occorre cercare le convenzioni stipulate da grosse società assicurative con dei club di camperisti, sappiate che a parità di coperture costano meno le polizze che si fanno via Internet perché non hanno agenti da pagare.

RIVISTE PER CAMPERISTI
Guardando certe statistiche le tre più gettonate tra quelle che trovate in edicola sono: Plein Air, AutoCaravan, e Caravan & Camper.

TENDALINO
Non occorre più farlo annotare sul libretto, ogni accessorio esterno montato sopra ai 2 metri di altezza da terra è considerato “facente parte del carico”.
In montagna è bene non aprirlo perché una folata improvvisa di vento lo può svergolare e provocare danni al camper, al mare è utile ma nelle aree per camper è vietato aprirlo.

PORTABICI E PORTAMOTO
Portabici: si può montare, ma occorre mettere l’apposito cartello a righe bianche rosse.
Portamoto: per qualche mezzo è già di serie, se non c’e’ si può montarlo ma è da far annotare sul libretto
Per mettere moto pesanti sul portamoto a sbalzo sul posteriore ed in più stivare molta roba nel “garage” posteriore, occorre avere la trazione posteriore, altrimenti nelle salite il camper diventa inguidabile in quanto si riduce l’aderenza alla strada delle ruote anteriori.

PORTOLANI
Sono elenchi di aree per camper, in libreria ne trovate diversi, in primavera alcune riviste per camperisti sono solite metterne uno allegato, ma sono aggiornati e stampati solo annualmente, meglio gli elenchi che si possono trovare nei siti dedicati ai camperisti perché vengono aggiornati quasi ogni giorno.

SITI DEDICATI AI CAMPERISTI
Sono tantissimi, di tutti i generi e di tutti i gusti, alcuni aggiornati giornalmente altri meno, fare una ricerca coi soliti motori è un bel divertimento, digitando la parola “camper” con Altavista si ottengono 52.803 risultati, con Google 94.000, con Yahoo 152.000, con Arianna 186.750 e con Virgilio 586.947.
Personalmente suggerisco www.altavista.it perché elenca i risultati per ordine di aggiornamento e nella prima pagina si trova già un buon campionamento di siti validi, ma tutti i siti meritano di essere visitati e continuando la ricerca si riesce a trovare dei siti preziosi con esperienze p