Buongiorno a tutti, si buongiorno perché ho appena passato una bella e rilassante settimana al mare con altri 20 equipaggi a Marina di Grosseto presso il Camping Le Marze. Un camping unico (nella mia esperienza) in quanto il cane al seguito (o altro animale) non paga e ci sono i distributori di sacchetti con relativo cestino per i rifiuti nonché la possibilità di fargli anche la doccia nei servizi.

Non finisce qui, la spiaggia è di sabbia fine, “passata” dai trattori ogni 2 giorni anche sulla spiaggia libera con anche dei lettini e ombrelloni a noleggio per i più pigri e ancora una volta si possono portare anche i nostri amati quattrozampe a fare il bagno in un’acqua limpida con basso fondale adatto a tutti, bambini e ragazzi compresi, dove la mia canoa era il gioco preferito, anche di qualche “matusa”. Grazie alla Guida ACSI abbiamo pagato solamente 14,00 euro al giorno e quindi ci ha fatto risparmiare qualche soldo.

Naturalmente c’era anche chi non l’aveva prenotata per tempo e purtroppo ha pagato la tariffa normale, ma sicuramente il prossimo inverno saranno i primi a prenotarla, visto anche il basso costo (15 euro) e l’alto guadagno.

Un particolare non da poco era la televisione che non funzionava, forse per mancanza di ripetitori o i pini marittimi, ma questo ha fatto si che ognuno di noi scambiasse qualche parola ed in particolar modo i ragazzi che hanno fatto gruppo sia in camping che al mare lasciando nel cassetto i vari cellulari e “poketmoon” !

Complimenti anche al campeggio per il rispetto degli orari di silenzio e per i servizi sempre attenti alle nostre esigenze. Grazie quindi ai miei compagni di viaggio per questa bella vacanza.

Purtroppo devo registrare ancora un ritardo nell’apertura dell’area attrezzata di Quinto di Treviso, dove la “solita” burocrazia fa slittare la possibilità di fermarsi a molti camperisti in uno dei posti più belli della nostra provincia.

Penso che se addebitassimo 2 euro al giorno di mancata apertura allo stipendio del responsabile, sicuramente sarebbe già aperta da un pezzo ! ma si sa paga sempre Pantalone e la colpa è sempre degli altri !

Aggiudicati i lavori aprile 2012, fine dei lavori aprile 2013, bando di concorso ??? apertura ??? tutto tace…..nonostante le nostre mail e telefonate.

In questo giornalino troverete un articolo di un nostro socio, pubblicato qualche tempo fa sul giornalino di Centromarca Banca, che ha pensato bene di mandarci,

punto forse dalle mie parole precedenti.

Se qualcuno di voi ha altre storie o articoli inerenti il nostro mondo, vi aspettiamo a “pagine aperte”, sarà un’occasione per contribuire e completare così i nostri racconti.

Naturalmente l’invito è esteso anche ai bambini e ai ragazzi che volessero raccontarsi.

Anche in questo editoriale devo comunicare che è venuto a mancare uno dei nostri soci, Renzo Tonetto di Fontanelle di Oderzo.

A Gabriella le nostre più sentite condoglianze per la dolorosa perdita, sicuramente rimarrà nei nostri cuori e lo ricorderemo per la sua semplicità, la cordialità e la simpatia. 

Purtroppo abbiamo saputo dell’evento solo ad esequie avvenute e questo non ci ha permesso di essere presenti e vicini come nostra consuetudine.

Un caro saluto vagabondo dal vs. amico – presidente

Roberto Boscarin


Per maggiori informazioni

Bene, qualche risultato c’è stato, qualcuno è stato colpito dal mio ultimo editoriale anche se mi aspettavo di più ! si, non sono mai contento e forse per questo riusciamo a fare (col mio direttivo) cose che altri gruppi o associazioni nemmeno si sognano.
Ultima in ordine di tempo, la nostra 11° Fiera E’ Il Tempo del Plein Air denominata NonSoloCamper del 20-21 aprile scorso, dove circa 9.000 visitatori ci hanno onorato della loro presenza.
Fino all’ultima settimana siamo stati incerti se mettere una piccola quota di ingresso, grazie anche all’apporto del nostro beneamato Comune di Treviso che con il suo patrocinio ci ha onorato “solamente” di 1.500 euro di tasse varie, ma la testardaggine dei circa 50 soci volontari ACMT, ha fatto si che anche l’edizione 2013 non abbia avuto né biglietto d’ingresso né di parcheggio, un traguardo che ci onora e che contribuisce a rafforzare la nostra immagine di gruppo.
Come ho già fatto durante la fiera con una lettera aperta, voglio ringraziare in particolar modo tutti quei soci che “volontariamente” hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, un grazie anche agli espositori e ai visitatori che ci hanno onorato della loro presenza e che a loro volta ci hanno contraccambiato i complimenti per l’ ottima organizzazione.
Con il senno di poi però, la fatica si è fatta sentire e le energie profuse sono state molte, molto al di sopra delle passate edizioni, sarà quindi da valutare bene se valga la pena organizzare anche nel 2014 questa festa del camper, senza alcun contributo da parte delle istituzioni.
A proposito di premiazioni voglio ricordare la targa a premio della nostra collaborazione con il Centro Vacanze San Francesco di Duna Verde (VE) che ci è stata consegnata il 1° maggio, nell’ambito di una bella festa di benvenuto sotto un sole cocente.
Ritorniamo a noi, ci aspettano nuovi traguardi e nuove mete quindi concentriamoci su di esse e studiamo nuove strategie per divertirci e vivere meglio che si può, il nostro modo di vivere.
Il mese di giugno ci vedrà al mare in Toscana, con una spesa molto economica (per i possessori della guida ACSI) di 14,00 euro al giorno, vi aspetto numerosi come numerosi (spero) saranno di sicuro i diari di viaggio che ci manderete per raccontarci le vostre vacanze.
Buona estate e vagabondi saluti a tutti

Roberto Boscarin
Presidente A.C.M.T.

P.S.  Siamo ritornati su FaceBook sotto la supervisione di Davide Mei, vi aspettiamo numerosi.


Per maggiori informazioni

Qualcuno dice che squadra che vince non si cambia, altri che sono sempre le solite cose, resta il fatto che sono ancora Presidente per il 4° mandato consecutivo. Sinceramente speravo in un ricambio, per tornare nelle seconde linee dove poter avere un po’ di tranquillità, ma forse non è ancora il momento. Al contrario dei nostri politici, la sedia del potere non rientra nelle mie priorità, e vedendo i risultati, nemmeno su quelle di qualche mio presunto successore, forse non è ancora giunto il momento e quindi avanti sempre !
Sicuramente mi fa piacere aver ricevuto i consensi della maggior parte dei votanti, ma non mi fa altrettanto piacere che i votanti siano stati il 30 % dei soci aventi diritto, avrei preferito dover lottare come i grandi politici, i Presidenti veri, quelli che si giocano la carica all’ultimo voto.
E invece no, abbiamo speso un sacco di soldi per dare l’opportunità (come da Statuto) a tutti i soci di esprimere il loro voto e forse per  questo sono ancora più incazzato, doppiamente incazzato perché non siamo un partito e quindi non prendiamo finanziamenti, ma sicuramente quei soldi avrebbero fatto più comodo a qualcuno che soffre molto più di noi ed avremmo almeno avuto la soddisfazione di avere fatto qualcosa di buono.
Si chiedeva solo di esprimere il proprio parere, per una cosa che succede ogni tre anni, non mi sembrava che spendere 60 centesimi per un bollo fosse una spesa tanto gravosa o mettere la busta che vi abbiamo spedito nell’urna perdendo 2 (due) miseri minuti per votare, a compilare la scheda dove non c’era né Berlusconi, né Bersani, né Grillo o altri di qualsiasi partito, ma solamente delle persone che si fanno un c… così per farvi e farci trascorrere qualche bel momento assieme.
Quando si fa una tessera e si chiede di diventare soci, dovremmo anche pensare a quei pochissimi doveri che abbiamo nei confronti della nostra associazione, primo fra tutti il rispetto per chi lavora a gratis e in secondo luogo perché l’essere socio vuol dire collaborare, costruire, criticare, proporre e proporsi per migliorare e far crescere questo nostro gruppo.
Qualcuno al posto mio sarebbe stato ben contento di essere Presidente, una parola che per molti è motivo d’orgoglio, di vanto, di superiorità, forse per molti ma non per me. Mi sono sempre definito come uno dei primi soci che lavora, sicuramente mi piace “spingere” ad andare avanti come facevo in mischia quando giocherellavo a rugby e forse per questo ero abituato ad avere sempre qualcuno a cui passare la palla, qualcuno con cui conquistare una meta e quindi gioire tutti assieme del risultato raggiunto.
I risultati parlano di 450 equipaggi iscritti nel 2012, tanta attività con raduni e riunioni del Consiglio Direttivo, un bilancio soddisfacente nonostante la crisi, quindi tutto sommato va ancora bene, ma fino a quando ?
Anche per il 2013 stiamo partendo alla grande con traguardi ancora più ambiziosi con nuovi soci nel Direttivo, nuovi amici pronti a farti dimenticare l’amarezza, la stanchezza, la solitudine di chi, come me, ha ancora qualcosa da dare.
Voglio comunque ringraziare chi ha votato e chi mi ha votato, dimostrando di partecipare alla vita associativa, contribuendo a confermare il nostro gruppo ai massimi livelli nazionali con numeri e traguardi  anche dopo 18 anni di attività !
Scusatemi per questo piccolo sfogo, non sono un politico (e non lo sarò mai), sono solamente una persona normale, un socio, un amico, un lavoratore e anche nonno !
Attendo sempre risposte, critiche, proposte via e-mail, lettera, telefono e anche piccioni viaggiatori. Basta poco che_ccevò ??
Buona strada e vagabondi saluti a tutti.                                             tessera n. 0001  Roberto Boscarin


Per maggiori informazioni

Sto tornando da un bel capodanno 2013 presso il Camping Merano e apprendo che a Sappada (BL) in un’area di sosta comunale ha preso fuoco un camper. Il fuoco non ha causato vittime e non ha interessato altri mezzi ma purtroppo ha visto la morte di un cagnolino al seguito (ne ho uno anch’io e mi si stringe il cuore).  Appena arrivo a portata di computer controllo se C.G. da Mirano corrisponde ai dati di un nostro socio ma, anche se negativo la cosa non mi consola e quindi vado a vedermi  le varie foto e riprese video in internet  e non riesco ad esimermi dal farmi delle domande  ed in primo luogo mi chiedo  se è stato fatto tutto il possibile perché questo non accadesse.  Per esperienza personale so che molti aspettano le feste natalizie per andare in montagna e per assurdo sembra che andare dove fa più freddo sia quanto di più emozionante e bello da raccontare al ritorno agli amici, quasi ci meritassimo una medaglia .

E se invece della medaglia ci ritroviamo con quattro ferri affumicati e la famiglia salva per miracolo ??

E se invece nel migliore dei casi succede si ghiaccia tutto, dalle acque grigie alle chiare, dal filtro del gasolio all’olio del motore, con le batterie a zero ampere anzi sotto zero anche quelli ? 

NO, la nostra vita e la nostra famiglia valgono molto di più di un attimo di celebrità !

Perché non cominciare a chiedere ai costruttori di camper e accessori  di costruire i nostri mezzi con materiali IGNIFUGHI ? esistono da molti anni per ogni tipo di materiale e non mi vengano a dire che il costo del mezzo finito andrebbe alle stelle, baggianate ! da molti anni (troppi) le soluzioni adottate per la costruzione e l’assemblaggio dei nostri mezzi sono i risultati di bei disegni con tanti lustrini che rarissimamente ci permettono di avere delle soluzioni semplici e allo stesso tempo fruibili.

In Italia abbiamo l’ APC (Associazione Produttori Caravan e  Camper) che da 34 anni promuove l’uso del camper ma nel suo sito non ho letto una parola a favore della SICUREZZA, perché ?

 è più importante avere un camper bello esteticamente o sicuro a 360° ?

Cominciamo a spendere un po’ del nostro tempo a scrivere per segnalare e  proporre nuove soluzioni più sicure e più affidabili, magari meno belle ma più economiche che ci facciano vivere il nostro hobby in maniera più serena.

Un caro saluto e un abbraccio alla famiglia di G.C. da Mirano (sono le indicazioni che ho trovato in internet)  con la speranza che fossero assicurati contro l’incendio, invitandoli a scrivermi per qualsiasi cosa possa fare per loro. Lo stesso invito è rivolto a chiunque voglia migliorare questo nostro piccolo mondo.

Vagabondi saluti e buona strada a tutti

Roberto Boscarin 

Presidente

Associazione Camperisti Marca Trevigiana

P.S. Credetemi non voglio pormi a giudice supremo di nessuno, ma l’esperienza acquisita e delle sane riflessioni possono evitare molte volte danni ben peggiori.  Sicuramente ci sono delle fatalità che non si possono prevedere e anche il destino ci mette del suo, ma prevenire è meglio che curare. 

2° P.S.  Un paio di mesi fa il nostro direttivo A.C.M.T. ha deciso di effettuare delle riunioni informative e sabato 12 gennaio si parlerà di ESTINTORI (mai così attuale), dell’uso e della necessità di averlo a bordo a cura della Ditta Marin di Mogliano Veneto (tv). Siete sicuri di saperne abbastanza ?? Vi aspetto

 


Per maggiori informazioni

Buon anno a tutti, veci e bocia, soci nuovi e soci vecchi, compresi quelli che per un motivo qualsiasi non hanno più rinnovato la tessera.
Si, perché questo giornalino abbiamo deciso di mandarlo a tutti quei camperisti che hanno scelto almeno una volta di essere soci della Associazione Camperisti Marca Trevigiana, un gruppo che da molti anni è uno dei più numerosi d’Italia.    Quale è il segreto ? lavorare sempre e comunque, alla faccia di chi chiacchera a vanvera o per invidia o solamente per sentirsi importante. NOI SIAMO IMPORTANTI !  Chi vuole vedere i risultati li può trovare sulla nostre foto gallery, può trovarli in qualunque uscita che abbiamo fatto, con i nostri soci unici protagonisti di scampagnate ed incontri dove l’allegria e l’amicizia la fanno da padroni.
Sembra incredibile ma è vero, siamo alla scadenza del sesto mandato e siamo ancora insieme a festeggiare nel 2013 i 18 anni, la maggiore età direbbe qualcuno, io preferisco vederlo come un obiettivo e, una volta raggiunto, guardare avanti.
Abbiamo molti soci iscritti da 10 o 15 anni tra i quali mi piace ricordare i nostri “nonni” Simeone e Mafalda Zuliani (classe 1932) di Pove del Grappa. Ne approfitto per mandargli tantissimi auguri per il loro 55° anno di matrimonio. Altri soci si sono persi per strada nei vari anni, ma molti di loro sono ritornati grazie al grande lavoro di tutto il Direttivo vera spina dorsale di questo gruppo oltre ai soliti noti che danno una mano a “ore perse” ma non per questo meno importanti.
L’ultima “fatica” del 2012 (il raduno dell’olio) è stato per me la ciliegina sulla torta, bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni (23 con 58 matusa) che si divertivano a cantare col karaoke finendo in bellezza con i “tre tenores” di 12 anni circa a cantare la nostra canzone io vagabondo dei Nomadi, un’emozione unica !
Grazie, non mi stancherò mai di dirvelo, si sono io che ringrazio voi, per quello che mi date e che ci date, a nome di tutti i responsabili di uscite ed incontri.
Il calendario del 2013 ci vedrà cominciare a gennaio con delle riunioni informative per l’uso di estintori, raffrescatori e navigatori satellitari.
Queste riunioni serviranno a tutti, a quelli che hanno già questi accessori per usarli meglio e a chi non li ha per capire l’importanza di averli a bordo.
Tengo a precisare che non ci sarà nessuna tentata vendita ma solo personale qualificato che ci darà informazioni tecniche con la possibilità di fare domande ottenendo delle risposte esaurienti.  
 Il grande ritorno della nostra fiera “E’ il tempo del Plein air” il 20-21 aprile e la prima rievocazione storica a Treviso il 25-26 maggio, che vedrà impegnati molti di noi nell’organizzazione ad accogliere oltre ai nostri numerosi soci anche camperisti di altri club nazionali ed esteri nella nostra città.
Il 2013 vedrà completato anche un bellissimo progetto che per scaramanzia al momento non voglio svelarvi, ma che al momento opportuno vi renderà orgogliosi di appartenere a questo nostro meraviglioso gruppo vincente !
Come vedete, la crisi che continua imperterrita a tormentarci, non ci fa perdere d’animo anzi, lo stimolo a raggiungere nuovi traguardi ci fa sentire più vivi che mai  e quindi voglio e vogliamo contagiarvi col nostro ottimismo a credere sempre e comunque in un futuro migliore.
Buon anno, buona strada e vagabondi saluti a tutti
Roberto Boscarin
Presidente A.C.M.T.


Per maggiori informazioni

Con la fine del 2012 scade il triennio 2010-2012 e si va a nuove elezioni per il triennio successivo. 

Ora siamo arrivati agli sgoccioli e ci sembra giusto cogliere l’attenzione dei soci per eventuali candidature che sicuramente porterebbero linfa nuova nei tre collegi sindacali che amministrano questa associazione.  

Siete dunque chiamati, soprattutto quelle persone che abitano nelle vicinanze della sede, a questa ennesima  elezione per il rinnovo delle cariche sociali.

Normalmente la raccolta candidature parte nel mese di ottobre o novembre, poi successivamente, con l’aiuto del comitato elettorale, saranno inviate a tutti i soci le schede elettorali, che dovranno ritornare tassativamente compilate entro la fine dell’anno corrente.

Nella prima edizione del consiglio direttivo del 2013, ci sarà lo scrutinio, la stesura del verbale, e la lettera di convocazione  degli  eletti per l’accettazione; poi  a seguire, elezione del nuovo Presidente e  delle Cariche Sociali.

N.B. All’interno del nostro bimestrale troverete la scheda attraverso la quale potrete manifestare la vostra volontà di candidarvi alle cariche sociali.

Il Consiglio Direttivo


Per maggiori informazioni

Il decreto legislativo n. 59 del 18 aprile scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile apporta alcuni cambiamenti alla normativa relativa alle patenti di guida, recependo le direttive comunitarie 2006/126/CE  e  2009/113/CE.

La maggior parte delle norme saranno attive dal 19 gennaio 2013 e comunque devono ancora essere definite alcune linee guida dagli uffici della motorizzazione civile, ma può essere utile capire a grandi linee cosa cambierà.

Ciò che interessa maggiormente gli amanti del pleinair è l’adeguamento delle patenti al modello comunitario con una ridefinizione delle categorie.
Nessun cambiamento sostanziale, almeno per ora, in merito alla B per i camper: il tetto restano i 3.500 kg.

Ma per chi traina una caravan, ora è possibile arrivare ad una massa complessiva (auto+rimorchio) di 4.250 kg senza dover conseguire la patente B-E.

Occorre però superare una prova pratica, come recita il decreto:

“Qualora tale combinazione superi 3500 chilogrammi, è richiesto il superamento di una prova di capacità e comportamento su veicolo specifico. In caso di esito positivo, è rilasciata una patente di guida che, con un apposito codice comunitario, indica che il titolare può condurre tali complessi di veicoli…”

Quale la differenza, allora, ci si chiederà?

Semplice: non sarà più necessario sostenere un esame completo come per la B-E (esame di teoria e di pratica), ma basterà una prova pratica.
Non viene eliminata la B-E, che consentirà di trainare, con una vettura o altro veicolo di categoria B (quindi fino a 3.500 kg di massa totale), rimorchi fino a 3.500 kg di massa complessiva.

La patente C1 consentirà invece di condurre veicoli fino a 8 passeggeri oltre al conducente fino a 7.500 kg di massa totale.


Per maggiori informazioni

RINNOVATE LA CARTA DI IDENTITA’ e NON FATE APPORRE IL TIMBRO perchè se dovete viaggiare all’estero non è riconosciuto valido e pertanto rischiate di essere fermati alla frontiera e/o all’aeroporto senza potervi accedere  a meno che non possediate il passaporto.  

(l’elenco dei paesi di cui ne citiamo alcuni a puro titolo informativo Croazia, Svizzera, Spagna, Francia, ….sono disponibili sul sito della Questura di Treviso).
Ricordiamo le durate delle Carte di Identità:
0-3 anni valida per 3 anni 
4-18 anni valida per 5 anni 
oltre i 18 anni valida per 10 anni 
Ricordiamo inoltre che fino al 14 anno di età se il minore viaggia con persone che non sono i genitori, è necessario recarsi presso la Questura e fare un “atto di assenso”.  

 


Per maggiori informazioni

Può sembrare strano, ma riguardo al Codice della Strada si trovano differenze anche notevoli passando da un paese europeo all’altro: che riguardino la dotazione di bordo piuttosto che il diverso tasso alcolemico, è sempre bene essere informati delle diverse regole in vigore nelle nazioni del Vecchio Continente, così da evitare brutte sorprese. Dove sono installati i Tutor in autostrada? Per fare un esempio, lo sapevate che qualunque auto percorra le strade di Austria, Germania, Bosnia e Croazia ha l’obbligo di avere con sé la cassetta del pronto soccorso?

In Repubblica Slovacca e Slovenia bisogna invece sempre portare a bordo una scatola con le lampadine di ricambio per i fari della propria vettura, mentre in Bulgaria e Romania la norma vuole la presenza di un estintore in ogni auto.

La novità più recente viene invece dalla Francia, dove dallo scorso mese di luglio è obbligatoria la presenza di un etilometro a bordo.

In Spagna sono obbligatori due triangoli a bordo in caso di incidente .

Anche sui limiti dell’assunzione di alcol prima di mettersi alla guida (e a tavola!) la situazione varia parecchio: se nella maggior parte dei paesi europei (come Francia, Germania e Belgio) il limite è lo stesso italiano (5 milligrammi per litro), in Inghilterra e Irlanda si può arrivare a 8, mentre in Russia il massimo è 3.

Più severe le norme che riguardano Norvegia, Polonia e Svezia, dove la soglia arriva a 2 milligrammi per litro, mentre paesi come Croazia, Romania, Ungheria e Ucraina proibiscono del tutto la guida dopo aver bevuto qualsiasi quantità di alcol.

Per quanto riguarda i limiti di velocità, la situazione cambia molto in base a dove ci si trova: anche se nelle aree metropolitane lo standard comune è di 50 Km/h (tranne che in Montenegro, dove è di 40 Km/h), è sempre bene prestare attenzione alle varie “Zone 30”, presenti in alcune zone residenziali di città tedesche.

Sulle arterie extraurbane la situazione è ancora più complicata, dato che si passa dai 120 Km/h delle superstrade belghe ai 60 Km/h delle strade statali norvegesi; per evitare brutte sorprese è quindi opportuno prestare la massima attenzione alle indicazioni presenti lungo la strada.

E in autostrada? In Germania è noto che non esistano limiti di velocità su molti tratti autostradali, ma c’è un valore consigliato di 130 Km/h e comunque sono sempre più le zone in cui sono arrivati i limiti.

Altri paesi (come Francia, Austria, Repubblica Ceca e Ungheria) utilizzano questo dato come massima andatura possibile, mentre nazioni come Belgio, Spagna e Olanda lo abbassano fino a 120 Km/h; scendendo ancora ecco la Gran Bretagna e Irlanda (112 Km/h), Svezia (110 Km/h), mentre le autostrade più “lente” sono in Montenegro, dove non si possono superare gli 80 Km/h.  Quanto ci costano gli ingorghi stradali? Attenzione poi ad alcune “abitudini” tipiche del nostro paese, come l’uso troppo frequente ed “insistente” degli abbaglianti per chiedere strada: in Germania questo comportamento può essere addirittura sanzionato come una minaccia  alla persona!

Ci sarebbe ancora una miriade di informazioni da trascrivere, perché tante sono le materie inerenti ai vari codici stradali italiani e non, cercheremo nel limite del possibili di tenervi informati.

Altra ordinanza da tenere ben presente, andata in vigore già dall’anno scorso, è di ricordarsi di verificare le strade da percorrere con le gomme da neve, in quanto al momento di andare in stampa non sono state ancora aggiornate.

Visibile su: www.lagreca.it/blog/2011/11/22/obbligo-di-gomme-daneve-o-catene.

L’anno scorso l’obbligo per gli automobilisti è scattato dal 15 di novembre al 15 di marzo di quest’anno.

Un ultima informazione , il nostro socio Fabio, appartenente alle Forze dell’Ordine, ci ha fornito in maniera dettagliata un documento sulla corretta applicazione della sosta e della circolazione stradale delle autocaravan, secondo le disposizioni dettate dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Documento di sicuro interesse per tutti i camperisti, e ci suggerisce di stampare e di tenere in camper ad uso e consumo di eventuali forze dell’ordine.

Questo documento molto dettagliato è visibile sul nostro sito alla pagina dedicata .
                           
Il direttivo ACMT

 


Per maggiori informazioni

Cari amici,
certo di farVi cosa gradita, Vi informiamo che:
è nata la collana “Le Vie del Camper”, un insieme di guide di viaggio dedicate ai camperisti e appositamente studiate per chi ama il turismo in libertà.
In questo momento sono già state pubblicate le guide relative alla Scandinavia, alla Gran Bretagna e all’Irlanda, al Benelux, alla Polonia e alle Repubbliche Baltiche, alla Penisola Iberica; è in corso di stampa quella sulla Germania; in lavorazione quella sulla Francia. Dopo l’estate arriveranno nuovi titoli sull’Europa e sull’Italia.
Tutte le guide ospitano un insieme di itinerari “collaudati” con mete di primaria importanza turistica e luoghi che spesso non sono nemmeno citati dalle altre guide, impressioni di viaggio così come notizie storiche, artistiche e architettoniche; e ogni itinerario è completato dalle informazioni sulle soste effettuate in camper e quindi “sperimentate”. Il testo è arricchito da foto a colori che permettono di visionare in anteprima i luoghi descritti. Ogni guida è preceduta da un’introduzione con informazioni logistiche su misura e da altre notizie utili contenute nella sezione intitolata ”Dalla A alla Z”, il cui sottotitolo recita: “tutto quello che avreste voluto sapere su (quella pozione di territorio che è oggetto dell’obiettivo) e che non avete mai osato chiedere”.
Altri dettagli sul sito internet http://www.leviedelcamper.it/

Ovviamente per i Club federati all’ACTITALIA e i loro soci ci sarà uno sconto del 10% sul prezzo di copertina.
A tutti un caro saluto e, in previsione delle vacanze, buona strada sulle vie del mondo, naturalmente …in camper.


Per maggiori informazioni
www.leviedelcamper.it –
e-mail info@leviedelcamper.it