Al sig. Floriano Da Prà   Sindaco di Farra d’Alpago
       
e p.c. 
al sig. Renato Grillo   titolare rifugio S.Osvaldo
alla Tribuna di Treviso

Treviso, 25 luglio 2011
Oggetto: sosta camper.

Egregio Sig. Sindaco,
oggi ho letto l’articolo sulla Tribuna di Treviso riguardante i camper sulla piana del Cansiglio e devo dire che quello che ho letto mi ha lasciato molto amaro in bocca.
Da sempre i camperisti frequentano il Cansiglio e in particolare modo il parcheggio del rifugio S.Osvaldo trovando nel titolare sig. Renato molta disponibilità, ricambiata dalla ns. categoria con rispetto, educazione e un passa parola che ha portato un aumento delle presenze e automaticamente anche degli introiti in periodi dell’anno altrimenti vuoti.
L’associazione che rappresento opera da 16 anni ed è uno dei club più numerosi d’Italia con oltre 500 camper associati, molti dei quali sicuramente avranno passato qualche giornata piacevole nel suo/nostro territorio. 
Come potrà leggere sul ns. sito www.camperistitreviso.it , nel ns. statuto all’art.1 si legge :
 ……omissis…… promuovere la socializzazione e l’amicizia…….……organizzare manifestazioni all’aria aperta, a contatto con la natura per salvaguardare e valorizzare il patrimonio ambientale, storico, culturale con particolare riguardo alla Marca Trevigiana.
Mi sembra che l’art. di cui sopra parli da solo e l’uscita che abbiamo fatto a febbraio di quest’anno sul Cansiglio è la testimonianza che lo seguiamo alla lettera, facendo conoscere ai ns. soci che esiste anche un Museo dell’uomo e della cultura Cimbra, nonché una sede del corpo forestale con molti animali diciamo “addormentati” che hanno stimolato la curiosità e la gioia dei ns. bambini e ragazzi.
Ringrazio ancora il sig. Francesco che ci ha illustrato con tanta passione la cultura Cimbra essendo lui stesso uno dei pochi rimasti a rappresentare questo popolo, lamentandosi tuttavia per la scarsa visibilità e importanza che viene loro data dalle istituzioni.
Ho tralasciato alcune cose per brevità ma sulla foto-gallery del sito potrà vedere alcune foto inerenti l’uscita, mentre sul giornalino di gennaio febbraio potrà leggere il programma completo.
Come vede siamo persone normalissime, semplici, educate che non meritano sicuramente il trattamento avuto dai suoi agenti di polizia locale.
Oltretutto mi sono giunte delle voci, che spero infondate, di una disparità di trattamento a ns. sfavore. Mi spiego meglio, se una famiglia in auto tira fuori un tavolino per mangiare fa un pic-nic ed è consentito, mentre se un camperista fa lo stesso,  fa campeggio e viene sanzionato.
Voglio credere che non sia così, non abbiamo bisogno di altre forme di razzismo e/o di altre guerre.
In merito a quanto sopra, la invito a leggere il mio editoriale sull’ultimo giornalino della ns. associazione, stampato in data 10 luglio 2011 (e quindi in tempi non sospetti) visibile sempre su www.camperistitreviso.it/giornalino ,  mai così attuale dopo la lettura dell’articolo odierno sulla Tribuna e non mi dispiacerebbe avere una sua opinione in merito.
Vista l’affluenza di camper ha mai pensato a fare un’area attrezzata o anche solo un punto sosta  regolamentando quindi tale afflusso a favore dell’economia locale ?
Sarò e/o saremo  comunque a sua disposizione qualora volesse trovare una soluzione ottimale per valorizzare una delle più belle foreste d’Italia, se non l’unica !.
Ne approfitto per ringraziare anche il sig. Renato per la sua cordialità e disponibilità, promettendogli comunque la ns. presenza in futuro nonché  la ns. collaborazione per qualsiasi esigenza a favore del turismo itinerante.

Cordialmente
Roberto Boscarin
Presidente
Associazione camperisti Marca Trevigiana

A titolo di cronaca alcuni dati dell’ Associazione Camperisti Marca Trevigiana :
         E’ nata ufficialmente il 15 novembre 1995
         circa 35 riunioni/anno del consiglio Direttivo
         da molti anni ai vertici in Italia come Club con numero di camper associati, oltre 500
         circa 25-30 uscite/raduni annuali
         giornalino bimensile cartaceo
         11 edizioni “Mostra Mercato E’ il Tempo del Plein Air” con 7-8000 visitatori organizzata dai soci A.C.M.T. con entrata e parcheggio gratuiti  (autofinanziata)
         molti riconoscimenti in Italia ed Europa per l’attività svolta
         A tutt’oggi attendiamo una sede consona al ns. operato dal Comune di Treviso
P.S.     Ho visto sul Vs. sito internet che avete come simbolo LUMY, la chiocciola alpagotta, abbiamo quindi una  similitudine con la Vs. mascotte, anche noi ci portiamo appresso la ns. casa , non le sembra ?

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento